Ἀριστοτέλης

A great city is not to be confounded with a populous one. | Non bisogna confondere una grande città con una città popolosa.

Simon and Garfunkel

The words of the prophets are written on the subway wall. | Le parole dei profeti sono scritte sui muri della metropolitana

Italo Calvino

Cities, like dreams, are made of desires and fears. | Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure.

Lewis Mumford

Forget the damned motor car and build the cities for lovers and friends. | Dimenticate la dannata auto e costruite le città per chi si ama e per gli amici.

Erri De Luca

A poetry book, is a city. | Un libro di poesie è una città.

18.9.14

Prorogato al 30 settembre il termine ultimo per partecipare a SOUQ Film Festival



Continuano ad arrivare numerose le adesioni alla terza edizione del nostro festival.

Nell'attesa di vedere i film proiettati durante le serate del 14 e 15 novembre nel chiostro del prestigioso Piccolo Teatro Grassi, in via Rovello 2, è possibile ancora iscriversi e partecipare con i propri cortometraggi incentrati sul tema della sofferenza urbana, fino al 30 Settembre tramite il sito Whitoutabox.

A seguito di un'attenta selezione da parte di una prestigiosa giuria, a fine ottobre verranno resi noti i cortometraggi vincitori del concorso.

Ospite speciale e gradito della seconda serata sarà il film “Io sto con la sposa”, presentato all'ultimo Festival di Venezia e proiettato come lungometraggio fuori concorso e di cui Centro studi Sofferenza Urbana della Casa della Carità ha sostenuto la raccolta fondi.


3.9.14

"Io sto con la sposa": dalla Biennale di Venezia a SOUQ Film Festival





“Io sto con la sposa” sbarca a Venezia. Il film auto-prodotto che racconta il viaggio di un finto corteo nuziale attraverso l'Europa per far arrivare in Svezia  un gruppo di profughi in fuga dalla guerra in Siria è stato selezionato, fuori concorso, per partecipare alla Mostra internazionale d'arte cinematografica 2014 e giovedì 7 settembre verrà presentato in anteprima al pubblico del Lido. Poi, inizierà, un lungo tour di proiezioni che porterà questo “film manifesto contro le frontiere e le morti in mare” anche all'edizione 2014 del nostro SOUQ Film Festival.

La rassegna di corti organizzata dal Centro Studi Sofferenza Urbana della Casa della carità, infatti, ha deciso di sostenere la raccolta fondi lanciata per la produzione di “Io sto la sposa” e, per questo, ospiterà la pellicola sabato 15 novembre, a Milano, come lungometraggio fuori concorso all'interno della terza edizione del festival.

Prima di arrivare nella prestigiosa cornice del chiostro del Piccolo Teatro Grassi di Milano, però, “Io sto con la sposa” si appresta a far parlare di sé anche in laguna. Il cast, infatti, ha deciso di sfilare sul red carpet di Venezia con i “costumi di scena” e quindi con gli uomini in abito e le donne  in vestito bianco. “Il vestito da sposa è diventato nel nostro film il simbolo della libertà di circolazione delle persone” ha spiegato a RedattoreSociale uno dei registi, Antonio Augugliaro. “L’obiettivo è creare un white carpet per rimarcare che il nostro non è solo un film ma un’azione politica, ideata e mossa da un’esigenza personale e intima, da un senso di giustizia per i tanti migranti morti a causa delle leggi sull’immigrazione”.




Non solo, al termine della proiezione, i partecipanti andranno in riva al mare per un momento di commemorazione di tutte le vittime del Mediterraneo, delle frontiere e della migrazione. “È  importantissimo per noi che il film venga presentato a Venezia” ha continuato il regista. “Si tratta di una vetrina per parlare al grande pubblico dei drammi creati dalle frontiere, speriamo che sia l’inizio di un dibattito sull’immigrazione per evitare altre morti in mare”.

C'è poi la questione della raccolta fondi che ha consentito la realizzazione del film. “Io sto con la sposa” è stato prodotto grazie al contributo di 2.617 sostenitori dal basso, che hanno donato poco meno di 100mila euro. Una raccolta cui ha partecipato nel suo piccolo anche la nostra fondazione. 

“Per la prima volta – ha aggiunto Augugliaro – un grande festival come questo offre spazio a un lavoro che ha visto la luce grazie alla volontà di migliaia di persone con un crowdfunding che è il più grande della storia del cinema. È come se avessimo lanciato una petizione e lo stato ci avesse ascoltato”.

I profughi protagonisti del viaggio di “Io sto con la sposa”, cinque tra siriani e palestinesi residenti in Siria, sono gli stessi profughi ai quali la Casa della carità, da maggio, sta garantendo un'accoglienza temporanea a Milano, in convenzione con il Comune. La questione che il film affronta però non riguarda solo chi si lascia alle spalle una guerra o una dittatura, ma tutti i migranti. E non poteva certo lasciare indifferente la nostra Fondazione che, dal 2004, ha accolto 2.164 persone di 94 nazionalità differenti. Moltissime delle quali, per arrivare in Italia, hanno attraversato il Mediterraneo sui così detti “barconi della speranza”.

“Siamo stanchi di dividere gli esseri umani in legali e illegali. E siamo stanchi di contare i morti in mare” ha spiegato, sempre a Redattore Sociale, Gabriele Del Grande, giornalista da anni impegnato sul tema della migrazione e ora regista del film insieme a Augugliaro e a Khaled Al Nassiry. “Quelle persone non sono vittime della burrasca, ma di leggi europee alle quali è arrivato il momento di disobbedire per riaffermare il principio della libertà di circolazione”.

14 e 15 novembre: due date da segnare in rosso!


Stesso periodo. Stessa location. Ma temi, registi e opere nuove in arrivo a Milano per la terza edizione del nostro festival. 

L'appuntamento è per il 14 e il 15 novembre prossimi nel prestigioso chiostro del Piccolo Teatro Grassi, in via Rovello 2, come spiega la nuova locandina che sveliamo qui accanto per la prima volta. 

Nell'attesa di vedere nuovamente i corti targati SOUQ in città, è ancora possibile iscriversi al concorso su Whitoutabox: la data di scadenza è stata prorogata fino all'8 settembre.

Organizzato dal SOUQ, il Centro Studi Sofferenza Urbana della Casa della carità, il nostro festival è inserito quest'anno nelle iniziative organizzate per celebrare i dieci anni di vita della Casa stessa, inaugurata il 24 novembre 2004.

9.5.14

"Al Hayt” a Docucity


Ci sarà anche un nostro cortometraggio, “Al Hayt” di Odette Makhlouf, all'edizione 2014 di Docucity, la rassegna di cinema documentario che si terrà dal 7 al 16 maggio all'Università degli Studi di Milano. 

L'appuntamento è per giovedì 15 maggio, alle ore 20.00 alla Mediateca di Santa Teresa, come indicato sul programma ufficiale della manifestazione.

Al termine della proiezione Delia De Fazio e Andrea Nasi, della nostra organizzazione, presenteranno il SOUQ Film Festival al pubblico in sala.

La regista è la libanese Odette Makhlouf, che narra la storia di una famiglia e del suo vicinato durante gli anni della guerra in Libano. Il suo corto è una delle opere selezionate per la passata edizione del SOUQ Film Festival ed è stata proiettata nel corso della due giorni dello scorso novembre al chiostro Nina Vinchi del Piccolo Teatro Grassi.

La collaborazione tra il SOUQ Film Festival Docucity non è nuova ma consolidata, come spiegava Gianmarco Torri in questo video del 2012. In quell'occasione, Docucity ha presentato il lungo vincitore dell'edizione 2011 "My Marlboro city. 


4.4.14

Si riparte: iscrizioni aperte per l'edizione 2014!


SOUQ Film Festival riaccende le luci e si prepara a mandare in scena l'edizione 2014. 

Dopo che negli ultimi mesi il nostro staff ha lavorato dietro le quinte, ha ufficialmente preso il via la terza edizione del nostro concorso, in vista dell'ormai consolidato appuntamento autunnale al chiostro del Piccolo Teatro Grassi

Sulla nostra pagina di Withoutabox è ora possibile iscriversi alla competizione, mentre per gustarsi i cortometraggi selezionati le date sono quelle del 14 e del 15 novembre. Cominciate a segnarvele in agenda e continuate a visitare il nostro sito per seguire da vicino tutti i prossimi passi del festival!

18.2.14

Riviviamo l'edizione 2013 - VIDEO


L'eco della seconda edizione del SOUQ Film Festival si è ormai spento nel chiostro del Piccolo Teatro Grassi che anche quest'anno ci ha ospitato, ma lo staff del Centro Studi Sofferenza Urbana continua il suo lavoro. E' già tempo di pensare all'edizione 2014 del nostro concorso che, nelle sue prime edizioni, è cresciuto in qualità e quantità. 

Nell'attesa dell'apertura delle iscrizioni prevista nei prossimi mesi e per ringraziare tutte le persone che hanno partecipato - in qualità di pubblico, registi, ospiti o volontari - ecco un racconto video della due giorni dello scorso novembre.




3.12.13

I vincitori 2013 del Festival! - And the winners are...

Ecco tutti i vincitori della seconda edizione del SOUQ Film Festival che si è conclusa sabato sera nella splendida cornice del Piccolo Teatro Grassi.



PREMIO DELLA GIURIA:

Hsu Ji behind the screen  
Thomas Rio – Francia – 24’ 

Hsu Ji, 6 anni, si dimentica sempre che quando la polizia viene a scuola, suo padre non può passare a prenderla. “Niente più scuola”, dice lui… Rinchiusa e annoiata nella sua casa, Hsu Ji guarda un vecchio film muto. Tre personaggi comici lasceranno il film per entrare nel suo mondo…




PREMIO DEL PUBBLICO:

Counting Happiness  
Venetia Evripiotou – India, Grecia – 12’ 

Nelle strade di Delhi, Hasan, 5 anni, scopre la chiave di uno dei più grandi segreti della vita. E il segreto è nelle parole dell’antico filosofo greco Aristotele: “La felicità dipende da noi stessi”.




MENZIONI

Abgestempelt
Michael Rittmannsberger – Austria – 14’

Dopo essere stato interrogato dalla polizia, un giovane padre di origini arabe, non riesce a spiegare la situazione a suo figlio – inconsapevoli che gli avvenimenti più inspiegabili devono ancora accadere.



La Strada di Raffael 
Alessandro Falco – Italia – 25’


Raffael ha 13 anni e vive in una periferia di Napoli. Con il suo amico Adama, vende sigarette ad un angolo della strada e insieme dovranno suonare alla festa del paese. Intanto polizia e manifestanti si fronteggiano da giorni in seguito alla decisione del Sindaco di procedere allo sfratto forzato di molti appartamenti.




***

AND THE WINNERS ARE...


Here are all the winners of the second edition of SOUQ Film Festival which ended Saturday evening in the beautiful setting of the Piccolo Teatro Grassi.

PRIZE OF THE JURY:


Hsu Ji behind the screen   
Thomas Rio – France – 24’ 


AUDIENCE AWARD:



Counting Happiness   
Venetia Evripiotou – India, Greece – 12’ 



MENTIONS


Abgestempelt
Michael Rittmannsberger – Austria – 14’



La Strada di Raffael 
Alessandro Falco – Italy – 25’


  

27.11.13

Il regista Ami Livne con il suo Sharqiya fuori concorso al SOUQ Film Festival


Nessuno rispetta veramente Camel Najer, giovane beduino che lavora come guardia di sicurezza alla stazione dei bus, né la sua famiglia né i suoi colleghi. Quando il governo israeliano minaccia di abbattere il suo accampamento, decide di agire. Camel prepara un piano per un attacco-bomba che poi sventerà lui stesso, diventando l’eroe del giorno, salvando così il suo accampamento e guadagnando il rispetto che cerca disperatamente.  

E' questa la storia al centro del lungometraggio Sharqiya che verrà presentato, fuori concorso, durante la serata conclusiva del nostro festival, sabato 30 novembre, a partire dalle ore 21.30 nel chiostro del Piccolo Teatro Grassi, a Milano. 

Alla serata sarà presente, per interloquire con il pubblico, anche il registra israeliano Ami Livne che, con questa sua opera, ha partecipato nel 2012 al Festival di Berlino e ha vinto diversi premi internazionali tra cui spiccano i tre riconoscimenti  ricevuti nel corso dell'ultima edizione del Jerusalem Film Festival. 

26.11.13

Trame e trailer di tutti i corti in concorso!


Tutti le trame e i trailer dei 18 corti in gara per aggiudiarsi la seconda edizione del SOUQ Film Festival in programma il 29 e 30 novembre nel chiostro Nina Vinchi del Piccolo Teatro Grassi di via Rovello 2, a Milano.

Clicca qui per scaricare il programma completo della due giorni di proiezioni.

22.11.13

Il programma della due giorni al chiostro del "Grassi"



Venerdì 29 novembre dalle 16 e sabato 30 dalle 14.30, in entrambi casa fino a sera inoltrata. 

Sono queste le date e gli orari da marcare in rosso sulle vostre agende se avete deciso di partecipare alla seconda edizione del SOUQ Film Festival in programma al chiostro "Nina Vinchi" del Piccolo Teatro Grassi di via Rovello 2, a Milano

Sotto (e qui in versione pdf) il programma dettagliato e presto in arrivo anche le sinossi e i trailer di tutti i corti in gara e dei due lungometraggi che verranno proiettati fuori concorso. Vi aspettiamo!



Don Colmegna presenta il Festival - VIDEO


Don Virginio Colmegna è il presidente della Casa della carità da quando esiste la fondazione, da quando nella sua sede di via Brambilla a Milano si è deciso di unire accoglienza e cultura, ospitalità e ricerca, attività sociali e artistiche. Il SOUQ, il centro studi che organizza il nostro concorso, è uno dei risultati di questa idea.

Chi quindi, meglio di lui per spiegare come e perché nasce il nostro festival? Nessuno. In attesa quindi di vedervi il 29 e il 30 novembre al chiostro del Piccolo Teatro Grassi, ecco un video con le sue parole.


15.11.13

I diciotto selezionati per le proiezioni del 29 e 30 novembre: vi aspettiamo al Piccolo Teatro Grassi!



Diciotto corti e altrettanti registi di quattordici paesi diversi. È tra questi concorrenti che  verranno scelti i vincitori della seconda edizione del SOUQ Film Festival, in programma il 29 e il 30 novembre nel chiostro del Piccolo Teatro Grassi.

Il nostro festival, che ha ottenuto anche quest'anno il patrocinio del Comune di Milano, prenderà ufficialmente il via venerdì 29 alle ore 15.30 con la cerimonia di apertura. Le proiezioni, completamente gratuite, proseguiranno per un paio d'ore nel pomeriggio per poi lasciare il posto in serata al lungometraggio fuori concorso “Sta per piovere” e al successivo dibattito sul tema della cittadinanza delle cosiddette “seconde generazioni”.

Sabato, invece, si riprenderà alle ore 14.30 per proseguire con i corti in concorso fino alle 20.15 quando si terrà la cerimonia conclusva nel corso della quale verranno assegnati il premio della giuria e quello del pubblico, rispettivamente di 2mila e mille euro. A seguire un altro lungometraggio fuori concorso che verrà presto annunciato, così come la scaletta definitiva.

Qui sotto l'elenco completo dei corti selezionati per la seconda edizione del SOUQ Film Festival.
  • L'Ultimo (ITA)                 
  • La Strada di Raffael (ITA)         
  • Anna (ITA)
  • Con gli occhi chiusi (ITA)
  • Capicua (Spagna)            
  • Mano de Dios (Lussemburgo)
  • Goose Family (Usa - Sud Corea)
  • Abgestempelt (Austria)
  • 15 metros (Mexico)
  • Camden (Usa)    
  • Suni Man (Nuova Zelanda)
  • The Bridge (Usa, Emirati Arabi Uniti)
  • The Firebird (Australia)
  • Hsu Ji behind the screen (Francia)
  • Al Hayt (Qatar, Libano)
  • Counting Happiness (India, Grecia)
  • Bamba (Senegal, Usa)
  • El Camino (Usa)

Submission

Whitoutabox